Il paesaggio invisibile - Dispositivi minimi di neo-colonizzazione

Genere architettura Autore Davide Pagliarini Editore Librìa

E' possibile stabilire una connessione virtuosa tra gli insediamenti informali e le serre presenti nel più grande distretto italiano di agricoltura intensiva? Muovendo da questa domanda, il libro raccoglie l'esito di una ricerca avviata nel 2003 sulle diverse forme della dispersione urbana costiera nella Sicilia sud-orientale, conclusasi con il progetto di una rete di infrastrutture diffuse in grado di orientare un processo di riequilibrio tra i manufatti esistenti e l'ambiente circostante.

L'indagine si concentra sul delicato ecosistema litorale, ricostruendo attraverso l'uso di fotografie, dati e mappe, le tracce di un paesaggio sospeso, obbligato ad una permanente incompiutezza che oltre a definirne l'identità, ne rappresenta forse la risorsa più rilevante.
Coniugando diverse discipline, dalla grafica alla fotografia, dall'ingegneria al paesaggio, l'architettura dilata qui il proprio campo d'azione, ponendosi come dispositivo sociale in grado di innescare nuove strategie insediative, messe in atto attraverso una nuova forma di colonizzazione, compiuta per somma di interventi minimi e aperta a sostenere domande differenziate e inattese.
Se l'architettura possiede un'intima capacità di partecipare alla rappresentazione dell'identità di un luogo, le macchine ecologiche ad essa associate rivelano nuove potenzialità sociali per esprimere una rinnovata relazione tra l'uomo e l'ambiente in cui vive.
http://www.newlandscapes.org/