Il Paesaggio Tradito, sguardi su un territorio compromesso



Mostra fotografica

Nove autori italiani particolarmente attenti alle problematiche del territorio (Andrea Abati, Matteo Balduzzi, Nunzio Battaglia, William Guerrieri, Alberto Muciaccia, Claudio Sabatino, Alessandro Vicario, Marco Zanta, Edoardo Winspeare) sono stati invitati a realizzare una ricerca fotografica prendendo in esame un caso emblematico in alcune regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia).
Organizzata in collaborazione con la Galleria San Fedele di Milano, la mostra "Il paesaggio tradito" vorrebbe far capire come il degrado ambientale non comporti solo un antiestetico "trionfo del brutto", che si sostituisce di prepotenza alle bellezze del passato: implica innanzitutto la sconfessione di un'etica della convivenza, la negazione di un sistema di valori, l'insensibilità di fronte a problemi di carattere ecologico fondamentali per la collettività. La qualità del paesaggio infatti è sempre indice di una qualità di vita, di relazioni umane che si tessono e che costruiscono la vita di un popolo e la sua identità.