Popolazioni e paesaggi inesistenti

Ciclo di incontri letterari con film e letture a cura di Gianni Celati, Ermanno Cavazzoni e Giulio Bizzarri

 

Le attività della Biennale hanno preso il via a fine febbraio 2006 con il ciclo di letture e proiezioni intitolato "Popolazioni e paesaggi inesistenti" a cura di Gianni Celati, Ermanno Cavazzoni e Giulio Bizzarri. Nei quattro incontri del ciclo, gli scrittori Gianni Celati ed Ermanno Cavazzoni e l'autore televisivo Filippo Porcelli hanno portato avanti diverse riflessioni sul paesaggio così come viene inteso nella modernità, attraverso la visione di film, documentari e la lettura di brani di vari autori del '900. Ecco in dettaglio gli incontri effettuati:

Gianni Celati
"Visioni di case che crollano" ("Crumbling Houses")
Proiezione del film - documentario di Gianni Celati "Visioni di case che crollano"
La campagna intorno al Po è costellata di casolari abbandonati. Il paesaggio intorno appare deserto, privo di popolazione. Su questo sfondo alcuni personaggi raccontano storie sul legame con la loro terra. L'autore, presente in sala, ha introdotto e commentato il filmato con il pubblico presente in sala.

Gianni Celati
"Letture in cerca di popolazioni"
Alla ricerca di popolazioni sparse nei testi letterari, tanto nella narrativa antica quanto in quella moderna. Gianni Celati ha letto e commentato, fra gli altri:
Luciano di Samosata, Storia vera
Erodoto, Storie
Senofonte, Anabasi
Rabelais, Gargantua e Pantagruele
Swift, Viaggi di Gulliver
Henri Michaux, Viaggio in Gran Garabagna
Gianni Celati, L'Orlando innamorato raccontato in prosa
Gianni Celati, Fata Morgana
Ermanno Cavazzoni, Il poema dei lunatici

Filippo Porcelli
"Viaggio in Italia"
Proiezione del film per la TV di Filippo Porcelli "Viaggio in Italia&qu
Tra Schegge e Blob, un film-TV unico nel suo genere. Il repertorio televisivo (vari documentari sul nostro paese) viene usato impropriamente, spezzato e rimontato, per realizzare un nuovo discorso, una sequenza coerente di enunciati narrativi, indipendente dagli elementi che lo realizzano.

L'autore ha discusso e commentato il proprio lavoro con Ermanno Cavazzoni ed il pubblico presente in sala.

Ermanno Cavazzoni
"Il purgatorio in cui siamo già"
Paesaggi e immaginazioni letterarie del '900 sulle città, le periferie e il regno dei morti.
Racconti e letture da Manganelli, Frassineti, Piovene, Malerba, Fellini, Baldini.